Storyweek #46

Di cosa si parla nel nostro storyweek questa settimana:

– Intelligenza Artificiale, a che punto è l’Italia?
– Il fantastico discorso di Megan Rapinoe capitano della squadra femminile campione del mondo di calcio.
– Una lezione di Tono di Voce a chi divulga le informazioni sul meteo.

#01

Si fa un gran parlare negli ultimi mesi di intelligenza artificiale. Ma quanto realmente le aziende italiane ci investono e quanta consapevolezza c’è sul tema?

#02

“Dobbiamo essere migliori.
Dobbiamo amare di più, odiare meno.
Dobbiamo ascoltare di più, parlare meno.

Rendere questo mondo un posto migliore è una nostra responsabilità.

Sì, facciamo sport. Sì, giochiamo a calcio. Sì, siamo atleti di sesso femminile. Ma siamo molto più di questo. Voi siete molto più di questo. Voi siete molto più di un gruppo di tifosi, siete molto di più di persone che sostengono chi fa sport. Siete molto più di persone che si attivano ogni quattro anni.”

Quello di Megan Rapinoe, capitana della nazionale femminile di calcio degli Stati Uniti è uno dei discorsi più belli (e fatti meglio) dell’anno.

#03

La scienza sta alla retorica come il meteo sta al giornalismo. Alzi la mano chi, dopo l’ennesima catastrofica allerta di uno dei primi – e più trafficati – portali del settore, ha allegramente – e per fortuna a ragione – sottovalutato l’allarme? Nel lavoro che facciamo parliamo spesso di tono di voce. Ecco, questo tono urlato, esagerato, che si esprime con iperboli ormai logore e con un linguaggio guerresco, invece che invitare l’utente ad avere un atteggiamento consapevole nei confronti di quello che la SCIENZA della meteorologia è in grado di dirci, ne depotenzia la portata. Portandoci tutti a diventare più diffidenti. Anche quando, purtroppo, al lupo era il caso di crederci.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *